Zona nord della provincia di Siracusa: turismo, mare ed archeologia Stampa


Lasciando Siracusa alle spalle e proseguendo lungo la costa nord verso Catania, ci s’imbatte in uno scenario variegato, fiancheggiato dal mare, nel qual è possibile scorgere alcuni siti archeologici greci, tra i più interessanti della Sicilia sud Orientale: la Penisola Magnisi con Thapsos e Megara Hyblaea .

Ma non è solo l’interesse archeologico a farla da padrone, troviamo: l’agglomerato industriale con le sue ciminiere e pontili di Priolo Gargallo, la religiosità popolare di Melilli con le sue tradizionali feste, l’importanza turistica del centro balneare di Brucoli , l’interesse economico del comune d’Augusta con i suoi mari pescosi e il suo porto di rilievo internazionale che si configura come uno dei centri più produttivi e prosperosi della Sicilia orientale.
Proseguendo più internamente incontriamo
Carlentini nata come avamposto militare ed i vasti aranceti di Lentini e Francofonte.


I comuni
Priolo Gargallo
Melilli
Augusta
Carlentini
Lentini
Francofonte


Le stazioni balneari
Brucoli


I siti archeologici
Thapsos (penisola Magnisi)
Megara Hyblaea

 

Vetrine

logo_vetrine.gif
Please wait while JT SlideShow is loading images...
Aretusa Jolly Palace Hotel