L’altopiano ibleo: una varietà di scenari Stampa


I monti Iblei si estendono ad ovest, nella zona più interna della provincia di Siracusa, e caratterizzano, con la loro roccia calcarea e la rete sotterranea di canali, propria delle regioni carsiche, le cosiddette cave: tipiche di questa parte del siracusano. L’aspetto paesaggistico e naturale è senza dubbio la principale attrazione con la Valle dell’Anapo ed il sito archeologico di Pantalica ma i centri abitati della zona iblea rivestono anche un notevole interesse culturale e storico.

Accanto ai campi brulli, arsi dal sole, e delimitati dai caratteristici muri a secco, troviamo pinete, boschi e radure con il Monte Lauro, il vulcano spento che è la cuspide più elevata degli Iblei. Vi sono poi i comuni di Palazzolo Acreide, Buscemi , Buccheri, Cassaro e Ferla e Sortino che legano al fascino naturale dello scenario montano, quello artistico del barocco locale e folclorico delle feste di paese. Assolutamente da non perdere sagre e manifestazioni culturali, che sono organizzate con sempre maggiore frequenza e che costituiscono irrinunciabili occasioni per gustare specialità enogastronomiche e per entrare in contatto col volto più vero delle culture locali.La comunità agro-pastorale che tuttora costituisce il tessuto principale della popolazione dell’altopiano ibleo, è inoltre garanzia della genuinità dei prodotti alimentari tipici e motore di uno sviluppo economico con potenzialità ecologiche da non sottovalutare.



I comuni
Palazzolo Acreide
Buscemi
Buccheri
Cassaro e Ferla
Sortino


I luoghi da visitare
Valle dell’Anapo e Pantalica

 

Vetrine

logo_vetrine.gif
Please wait while JT SlideShow is loading images...
Aretusa Jolly Palace Hotel